Strict Standards: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/journeyblogred/index.php on line 143 Strict Standards: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/includes/application.php on line 536

Volevo un tappeto 17.

TOH, C’E’ IL MOJITO - In Iran si mangia e si mangia pure bene. Perfino la Regina Elisabetta potrebbe gradire visto che qui, aglio, ne usano poco, pochissimo e in pochissime pietanze. Spezie sì, ma non in abbondanza. La carne è grigliata, faccio scorpacciate di spiedini di pollo colorati del giallo dello zafferano, quelli di agnello e manzo manco li assaggio. Favolose le melanzane stufate. Frutta ne avrebbero in quantità, ma a pranzo e a cena non si usa, qui viene servita principalmente come spuntino, a metà pomeriggio. Il riso bianco è il solito riso bianco. Il pane è una focaccetta anonima, a meno che passeggiando non si incroci un fornaio e non si scopra il pane barbari: ecco, quello è squisito, croccante fuori e morbido dentro, cotto nel forno a pietra, di un profumo che pareva scomparso. Quanto al capitolo dolci, se si è a dieta meglio stare a casa: impagabili! Delle bevande, si sa: acqua, acqua, acqua. Alcol bandito, non c’è vino, non ci sono superalcolici. Meglio: dicono che ci siano e che non sia neanche tanto difficile recuperare una sorta di grappa che brucia le budella, solo che bisogna stare attenti ai controlli, alla polizia, alle multe. E poi, col caldo che fa, non vien neanche voglia. Certo, un Mojito ghiacciato con due foglioline di menta... Volete il Mojito? C’è. In lattina, ma c’è. Poi leggi gli ingredienti e scopri che trattasi di una simil lemonsoda analcolica. Come la birra: si chiama birra, non è birra.

 

2022  AldaVanzan.it   globbers template joomla